Menu Chiudi

Tempo di lockdown imposto dalla pandemia da Covid-19. Le nostre abitudini sono come per tutti stravolte. La normalità diventa una chimera spesso lontana e sofferta. Le uscite per gli allenamenti sono bandite, si cerca di rimediare con qualche allenamento a casa. Le gare, competitive o amatoriali, alle quali siamo iscritti continuano inesorabilmente ad essere annullate. E non si hanno certezze di quando e se possano riprendere.

Questo lo scenario al quale ci siamo, nostro malgrado, abituati a convivere. Siamo un gruppo di persone appassionate di corsa. Come molti di voi siamo semplici amatori. Da qui è nata l’idea di poter condividere anche con altri le esperienze fatte durante il lockdown che ci ha visti partecipi di gare virtuali tra noi amici. Ora vorremmo riuscire a far arrivare anche a te tutta la nostra passione attraverso questo progetto che ci fa rivivere le emozioni delle gare, un pò di sana competizione e ci spinge a dare sempre il massimo. Perché, come sai, un vero runner “non molla mai!”.

In più, proprio perché durante questo periodo abbiamo ascoltato e letto notizie che ci hanno fatto capire l’importanza di alcune associazioni di volontari, abbiamo voluto donare una parte del ricavato di ogni nostra gara virtuale ad una associazione benefica. Scegliamo queste associazioni in base a nostre conoscenze ed in base all’indiscussa neutralità di alcune. Per questo molte associazioni sono del nostro territorio perché conosciamo direttamente le persone interessate. Se vuoi segnalarci qualche altra associazione secondo te meritevole, la valuteremo sicuramente. Puoi scrivere alla mail qui sotto.

La nostra mission.

Dopo che abbiamo studiato il funzionamento del sito ed iniziato ad avventurarci anche nella parte tecnica, ci siamo guardati in faccia ed abbiamo condiviso che tutto questo sarebbe stato sterile se finito così.

Praticamente subito ci siamo resi conto che volevamo e potevamo fare qualcosa , anche solo con poche gocce, per aiutare gli altri. Abbiamo perciò voluto abbinare ad ogni corsa una associazione o ente o fondazione etica e benefica come già detto. Ma non ci vogliamo fermare qui.

Il nostro progetto prevede che, dopo la prima fase di lancio e di assestamento, l’operatività possa passare anche alle persone che alcune di queste associazioni aiutano direttamente. Ci riferiamo soprattutto alle persone disabili che vorremmo utilizzare per varie mansioni. Potremmo perciò riuscire ad impegnare ragazzi meno fortunati facendoli operare direttamente, chi a livello tecnico informatico, chi a supporto operativo per smaltire, per esempio, le spedizioni delle medaglie. Ma di cose da fare ce ne sono e ce ne saranno sicuramente molte e cercheremo di coinvolgere in questo anche le persone disabili.

Vogliamo quindi rendere il nostro progetto un progetto inclusivo.

Se hai bisogno di altre informazioni puoi scriverci: