Menu Chiudi

Correre a piedi nudi sulla spiaggia.

In vacanza? Dimentica le scarpe, dimentica la t-shirt, dimentica la mascherina. Dimentica i problemi.

Fortunatamente la campagna vaccinale anti COVID-19 sta procedendo a gonfie vele e tutti speriamo che presto si possa chiudere questa strana parentesi della nostra vita. La lotta alla diffusione del virus ed i dati incoraggianti sul numero dei casi giornalieri hanno, fortunatamente, indotto anche il governo a “mollare” un po’ la presa su chiusure e costrizioni varie.

E così molti di noi stanno programmando le prossime ferie estive. E da un sondaggio del portale FamilyGo risulta che l’87% delle famiglie che andranno in vacanza resteranno in Italia. Di queste, ben l’80% passerà il loro periodo di riposo in qualcuna delle innumerevoli bellissime spiagge italiane. E siamo sicuri che tra queste famiglie ci saranno anche dei runners o camminatori, alcuni probabilmente iscritti anche al nostro sito.

Come sappiamo, le vacanze sono fatte appositamente per rilassarsi, ritrovare se stessi ed abbandonare le routine del lavoro. E per chi corre o cammina questo diventa anche un’ottima opportunità per allenarsi in modo diverso o ad orari diversi. Chi lo ha già provato sa benissimo quanto sia piacevole alzarsi presto al mattino e fare una corsetta al levar del sole prima che faccia troppo caldo, magari appunto sul lungomare. Può essere anche un’ ottima giustificazione per la pigrizia o gli inevitabili spuntini che andremo ad ingerire durante il giorno che sta per nascere. E correre sulla spiaggia ha anche indubbi benefici sull’allenamento. E possono diventare molto più allenanti se si corre a piedi nudi.

Correre senza scarpe.

La corsa a piedi nudi ha avuto il suo apice all’inizio degli anni 2010 quando il libro di Christopher McDougall Born to Run è diventato un bestseller. Dopo l’exploit, i neuroni hanno avuto la meglio ed ora la maggior parte di noi è consapevole che correre a piedi nudi sull’asfalto non è proprio l’idea migliore da seguire. Però farlo sulla spiaggia non fa male, anzi!
Correre o camminare senza scarpe cambia il tuo modo di correre. Ti costringe a fare dei passi più corti, che sono più “economici” in termini di energia spesa per compiere il movimento. Inoltre cambia il tuo appoggio sul terreno facendo lavorare muscoli, soprattutto dei piedi e polpacci, che durante le attività “calzate” lavorano meno. Questo aiuta a rafforzarli e costruirli. Inoltre, data la superficie morbida dove atterra ed il costante movimento della stessa sotto il piede, si è costretti ad usare molto di più gli addominali per mantenere l’equilibrio, rafforzando e migliorando la propriocezione.

Prenditi il tuo tempo.

Ma non pensare di poter correre da subito a piedi nudi sulla spiaggia per lunghe distanze! È vero che la superficie è più morbida ed offre una naturale ammortizzazione, ma è importante abituarsi a correre a piedi nudi sulla sabbia. Inizia quindi con brevi distanze, decisamente più brevi di quelle che abitualmente ricopri con le scarpe ai piedi. E non guardare l’orologio. Vai pure più lentamente del tuo solito passo. Come detto, metterai in movimento muscoli che hai ma che probabilmente hai usato poco negli ultimi tempi. Programma anche qualche giorno di riposo per permettere a questi muscoli di assorbire il carico di lavoro imposto.

Altro che estetista!


La sabbia è un esfolliante naturale ed il correrci o camminarci sopra a piedi nudi, attraverso il costante attrito che si crea tra piede e sabbia, rende i tuoi piedi naturalmente puliti. Ti sembrerà di aver appena lasciato il salone dell’estetista di fiducia..ed invece è gratis e naturale! Anche qui, non esagerare! Il troppo può provocare anche spiacevoli inconvenienti. Se corri troppo a lungo o troppo velocemente e non hai dato ai tuoi piedi il tempo necessario per abituarsi a questa superficie (vedi sopra), rischi di ritrovarti anziché una naturale e rilassante pedicure, delle belle vesciche ai piedi..

E adesso rilassati..


Non c’è nulla di più rilassante che lo sciabordio delle onde infrante sulla battigia. Questo rumore ha un altissimo potere calmante, tanto che viene ripreso in moltissime discipline Zen. Quindi un piccolo consiglio: lascia a casa le cuffie, goditi il panorama e lascia che sia il mare a suonare la tua colonna sonora del giorno. In spiaggia, da soli, potrai esercitare al massimo il mindful running. Rilassati e ascolta il tuo respiro che entra ed esce dai tuoi polmoni. Potrai anche ritrovare il bambino che è in te. Potrai sperimentare la corsa o la camminata solo per il piacere del movimento, dimenticandoti della tabella di allenamento, del tuo orologio o della prestazione massima da raggiungere. Ed in più potrai sempre variare e giocare correndo anche un po’ sull’acqua, spruzzando acqua ovunque proprio come facevi quando avevi solo pochi anni di vita.

Ti auguriamo che durante le tue prossime vacanze estive tu possa provare almeno una volta a correre a piedi nudi sulla spiaggia e possa trovare tutte le emozioni che questa pratica può portare.

E ti ricordiamo che durante l’estate sono in programma 3 delle nostre gare virtuali. Potresti magari provare a correrne una a piedi nudi??? Oppure puoi semplicemente tenerle a mente e fare un buon allenamento in spiaggia per poi provare a fare il tuo personal in una di queste gare:

Run in The Sun

Dal 19 Giugno al 4 Luglio 2021.

Running for M&M’S

Dal 17 Luglio al 1 Agosto 2021.

Porta di Brandeburgo

Dal 14 al 29 Agosto 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *